Home » Cinema » Festival Internazionale del Film di Roma 2011: applausi per “L’ Industriale” con Pierfrancesco Savino

Festival Internazionale del Film di Roma 2011: applausi per “L’ Industriale” con Pierfrancesco Savino

Presentato fuori concorso al Festival Internazionale del Film di Roma 2011, ha riscosso parecchio successo il film L’ Industriale di Giuliano Montaldo.

Protagonista de L’ Industriale è l’ attore Pierfrancesco Savino che interpreta appunto un industriale che eredita dal padre una impresa che è in realtà sull’ orlo del fallimento: potrebbe rimetterla in sesto chiedendo aiuto ma invece preferisce fare da solo: a chi gli chiede come va, lui risponde “io resisto”.

Anche chi fa cinema deve resistere, come dice Giuliano Montaldo alla conferenza stampa:

“Noi che facciamo il cinema sappiamo che cosa significa resistere, noi resistiamo ogni giorno e siamo talmente precari che, se ci ammaliamo, non possiamo neppure dirlo. Dunque capisco anche la precarietà di oggi e i fallimenti degli industriali. Che sono di tipologie diverse. Il mio industriale non vuole solo sopravvivere, vuole anche non dover mandare a casa i suoi operai, sa che sono persone, non tutti considerano tali i loro dipendenti”.

La prova di Pierfrancesco Savino è stata giudicata molto bene; ecco cosa dice l’ attore sul suo lavoro, il suo personaggio e su ciò che il film rappresenta:

“Io amo lavorare, mi piace il mio lavoro, mi realizza, sono fortunato ma non ho settanta famiglia sulle spalle come l’industriale che interpreto. Resisto ma faccio meno sforzo del mio protagonista anche se credo che questo ruolo mi do tanto. Credo di essere entrato, a 42 anni, nella fase adulta di un attore che si fa tra i 35 e i 50 anni. Spero che funzioni , altrimenti mi prendo tutte le mie responsabilità, resisterò come resisti all’idea, diffusa solo in Italia, che devi arrivare a 70 anni per non esere più un esordiente. Alla mia età devo fare dei ruoli così e negli altri paesi del mondo i quarantenni sono dei primi ministri, il presidente americano ne ha cinquanta… La vera difficoltà del film sta nel fatto che quando si cerca di raccontare il nostro Paese, si è sempre superati dalla fantasia pirotecnica dei nostri governanti ma siccome il nostro è un paese in cui le regole si modificano a seconda di chi ci governa, in cui tutto si piega, mi piace pensare che per qualcuno la testa alta e le pezze al culo, come viene detto nel film, siano ancora dei valori”.

Tra gli altri interpreti de L’ Industriale ci sono anche Carolina Crescentini, moglie del protagonista, e Francesco Scianna, suo avvocato.

Christian Citton

x

Guarda anche

Sconnessi, al cinema commedia con Fabrizio Bentivoglio e Ricky Memphis

Sconnessi – È al cinema Sconnessi la nuova commedia diretta da Christian Marazziti con Fabrizio ...

Condividi con un amico