Home » Cinema » Fred Buscaglione, un indimenticabile mito

Fred Buscaglione, un indimenticabile mito

Era l’alba del 3 febbraio 1960 quando Fred Buscaglione, nome d’arte di Ferdinando Buscaglione, morì in un tragico incidente stradale; lasciando un vuoto nella musica e nello spettacolo italiano.
Grandissimo musicista, era in grado di suonare diversi strumenti, dal contrabbasso, al violino, al pianoforte, alla tromba. Dall’amicizia e dalla collaborazione con Leo Chiosso sono nate alcune delle sue indimenticabili canzoni “Che bambola”, “Teresa non sparare”, “Eri piccola così” e “Love in Portofino”. Alla fine degli anni cinquanta Fred Buscaglione era uno degli uomini di spettacolo più richiesti protagonista nelle pubblicità, alla televisione e nei film.
La sua brillante carriera si è interrotta bruscamente a soli 38 anni, in un incidente d’auto, mentre rientrava all’hotel Rivoli dopo aver trascorso la notte esibendosi in un night di via Margutta a Roma.  È rimasta la sua musica e il ricordo della sua immagine scanzonata. Nel 2008 Fred Buscaglione è stato iscritto nel “Pantheon dello Swing Italiano” come uno degli Immortali.

Valentina Garbato

Siciliana verace, mamma felice da pochi mesi e appassionata di scrittura da sempre. Amo la lettura, la musica, il cinema, gli amici e il buon cibo. Una laurea in giornalismo e tanti sogni ancora da realizzare.
x

Guarda anche

Maze Runner: La Rivelazione, al cinema nuovo capitolo della saga

Maze Runner: La Rivelazione – Arriva al cinema oggi, giovedì 1 febbraio, Maze Runner: La ...

Condividi con un amico