Home » Cinema » 12 anni schiavo, i poster italiani accusati di razzismo

12 anni schiavo, i poster italiani accusati di razzismo

Bufera sulla Bim, accusata di razzismo per le immagini scelte per i poster promozionali di 12 anni Schiavo, il nuovo film di Steve McQueen. Secondo le accuse il protagonista Chiwetel Ejiofor sarebbe infatti stato lasciato ai margini della locandina per dare maggior spazio ai “bianchi” Michael Fassbender e Brad Pitt che peraltro compare nel film solo per pochi minuti.

In seguito alla diffusione della notizia, un portavoce della società Summit Entertainment ha diffuso un comunicato in cui afferma: “I poster con Pitt e Fassbender del film 12 anni schiavo pubblicati in Italia non erano autorizzati, e non sono stati approvati da nessuno dei produttori o dei distributori del film”.

La Lionsgate ha ordinato la rimozione del materiale promozionale italiano, annunciando immediati indagini e rapidi provvedimenti per frenare la distribuzione delle locandine incriminate. La Bim ha intanto diffuso via Twitter il nuovo poster ufficiale con Chiwetel Ejiofor finalmente unico protagonista nei panni di Solomon Northup.

admin

x

Guarda anche

Nuovo amore per Brad Pitt, affascinante insegnante del MIT

Nuovo amore per Brad Pitt. Dopo il divorzio da Angelina Jolie, l’attore americano sta ricominciando ...

Condividi con un amico