Home » Ecologia » Inchiesta sulla strage di circa cento husky in Canada

Inchiesta sulla strage di circa cento husky in Canada

In merito alla strage di circa un centinaio di cani husky, avvenuta alla fine dei Giochi Olimpici invernali di Vancouver del 2010, il governo dello stato canadese della Columbia Britannica ha deciso di istituire una commissione d’inchiesta sull’accaduto.

Un fatto questo che sconvolge e indigna profondamente, soprattutto per la crudeltà dimostrata nei confronti di questi animali, che dopo essere stati usati per il trasporto dei turisti con le slitte nella stazione sciistica di Whistler, gestita dalle società Outdoor Adventures e Howling Dogs, sono stati uccisi con un fucile e un coltello e poi ammassati in una buca senza nessuna pietà.

Solo pochi cani sono riusciti a salvarsi da questo massacro, dal momento che, in alcuni casi, le ferite inflitte erano così gravi da impedire agli animali ancora vivi di uscire dalla fossa.

Sembra veramente assurdo e inaccettabile che tutti questi animali siano stati uccisi in questo modo così orribile solo perché con la fine delle Olimpiadi la domanda di queste gite era diminuita, infatti, proprio per questo motivo il governo statale ha deciso di creare una task force composta di membri della Società per la prevenzione della crudeltà contro gli animali e dell’Unione delle municipalità della Columbia Britannica.

Al riguardo, il primo ministro dello stato, Gordon Campbell, ha affermato: ‘nessuna creatura dovrebbe mai soffrire come è stato riferito, e noi vogliamo assicurarci che una cosa simile non si ripeta mai più nel nostro stato’.

admin

0 Commenti

  1. speriamo che abbattano i mandanti e l’esecutore

x

Guarda anche

Arriva il pesce palla … ma non lo mangiate!

Lo hanno avvistato nel Mediterraneo, e adesso sono guai! Finora viveva lontano da noi, negli ...

Condividi con un amico