Home » Ecologia » Scoperto un batterio mangia-smog nei ghiacciai dello Stelvio

Scoperto un batterio mangia-smog nei ghiacciai dello Stelvio

Molto presto, grazie all’utilizzo di un batterio che vive nei ghiacciai dello Stelvio, in grado di nutrirsi e degradare composti inquinanti organici, potrebbe essere risolto il problema dello smog, diventato negli ultimi anni sempre più preoccupante.

Infatti, un gruppo di microbiologi dell’università Cattolica di Piacenza, che da tre anni sta studiando le popolazioni di microrganismi dei ghiacciai alpini, ha scoperto questo batterio, della specie Pseudomonas, all’interno di una carota di ghiaccio prelevata a 3.150 metri di quota nel massiccio montuoso dell’Ortles-Cevedale, vicino al Passo dello Stelvio.

Una scoperta questa davvero molto importante, soprattutto se si pensa ai numerosi danni che lo smog provoca alla salute delle persone e dell’ambiente, motivo per cui non resta che augurarci che in breve tempo sia trovato il modo migliore per impiegarlo contro questo terribile nemico del pianeta, visto che come ha spiegato il ricercatore Fabrizio Cappa: ‘adesso bisogna capire, con le adeguate prove di laboratorio, quali siano le potenzialità di questo microrganismo nel risanamento degli ambienti inquinati’.

admin

x

Guarda anche

Dai ghiacci del Polo Sud la cura per il tumore ai polmoni

Uno studio internazionale che coinvolge anche l’università napoletana Federico II potrebbe trovare una nuova speranza ...

Condividi con un amico