Home » Ecologia » Centrale Enel di Porto Tolle, in più di tremila al corteo contro il carbone

Centrale Enel di Porto Tolle, in più di tremila al corteo contro il carbone

Il progetto di riconvertire a carbone la centrale Enel di Porto Tolle sembra aver creato un certo malcontento tra gli ambientalisti e non solo, preoccupati per le conseguenze che tutto ciò avrà sull’ambiente, tanto che ieri hanno deciso di sfilare in un corteo di protesta ad Adria.

Un corteo a cui hanno deciso di partecipare, secondo quanto riferito dal consigliere regionale dell’Idv, Pipitone, ben 3500 persone, anche se non erano soli, visto che dall’altra parte e di tutt’altra opinione c’erano gli operai della centrale, che hanno esposto uno striscione di 20 metri con su scritto: ‘Con le idee non si mangia. ‘Per il bene comune…andate a lavorare’.

Parole queste che non possono non far provare un pò di tristezza, dato che mostrano un’immagine di una società sempre più decadente in cui la paura di non riuscire ad andare avanti e di ritrovarsi senza un lavoro, che in questo periodo di crisi è diventato un bene prezioso, si è disposti, in un certo senso, a scendere a compromessi.

admin

x

Guarda anche

Una città contro i “grandi” del petrolio

New York  riscopre la propria antica anima ecologista e punta tutto sull’ambiente. Una delle prime ...

Condividi con un amico