Home » Ecologia » Il sì delle autorità federali americane a 2 nuovi reattori nucleari

Il sì delle autorità federali americane a 2 nuovi reattori nucleari

La decisione delle autorità federali americane di autorizzare la realizzazione di due nuovi reattori nucleari nella centrale di Vogtle, in Georgia, sembra non essere stata accolta da tutti con gioia, anzi ha creato non poco malcontento, soprattutto a causa di quanto accaduto a Fukushima, in Giappone.

Infatti, l’incidente nucleare avvenuto lo scorso 11 marzo alla centrale di Fukushima ha mostrato al mondo quanto l’atomo possa essere pericoloso, tanto da spingere diversi paesi ad abbandonare questo tipo di energia, seppur in modo graduale, proprio per evitare che episodi del genere possono ripetersi.

A non condividere tale scelta è anche il presidente della Commissione per il nucleare (Nrc), Gregory Jaczko, che fino alla fine si è opposto a ciò, nonostante il sì degli altri quattro membri della commissione, spiegando: ‘non posso approvare questa autorizzazione come se Fukushima non fosse mai accaduto’.

Al riguardo, uno dei membri che ha approvato la decisione, Kristine Sviniki, ha replicato che non c’é ‘nessuna amnesia individuale o collettiva’ su quanto accaduto a Fukushima, sottolineando, invece, come il progetto di ingrandimento della centrale di Vogtle, investimento da 14 miliardi di dollari, creerà circa 4.000-5.000 posti di lavoro nel momento di picco di attività nel cantiere.

admin

x

Guarda anche

Terremoto: trema a sorpresa la Svizzera

Se le Alpi sono così alte e belle lo devono a spinte della Terra che ...

Condividi con un amico