Home » Ecologia » Giappone: smaltito solo il 5% dei detriti del terremoto/tsunami

Giappone: smaltito solo il 5% dei detriti del terremoto/tsunami

Notizie tristi e sconfortanti arrivano dal Giappone, visto che, nonostante sia passato quasi un anno dal terremoto/tsunami dell’11 marzo scorso, attualmente solo il 5% dei detriti causati da quel devastante evento sono stati inceneriti o smaltiti in modo permanente, come ha reso noto il ministro dell’Ambiente, Goshi Hosono.

Purtroppo, ad aver ritardato l’attività di smaltimento e rimozione dei detriti è stata la poca collaborazione dimostrata dai governi locali, soprattutto a causa del pericolo contaminazione per l’incidente nucleare di Fukushima, che non ha fatto altro che rendere questa situazione ancora più complicata e ritardare la ricostruzione.

Infatti, soltanto il governo metropolitano di Tokyo si è dichiarato disposto ad accettare rifiuti provenienti dalle regioni nordorientali, eccetto da quella di Fukushima, anche se solo a condizione che la radioattività fosse inferiore a alla dose di 0,01 millisievert.

Motivo per cui il ministro Hosono ha invitato tutti ad una maggiore collaborazione, in particolar modo per quanto riguarda lo smaltimento del legno, dal momento che restano ancora da rimuovere 22,53 milioni di tonnellate di detriti.

admin

x

Guarda anche

Ecoturismo: ecco le mete “OSCAR” per il 2018

Ecoturismo è il nuovo modo di fare vacanza. Una vacanza che tiene conto non solo ...

Condividi con un amico