Home » Ecologia » Iucn, metà dei siti importanti per la fauna selvatica non sono protetti

Iucn, metà dei siti importanti per la fauna selvatica non sono protetti

Emerge una situazione davvero preoccupante dallo studio effettuato da BirdLife International, visto che ha evidenziato come molte specie di animali rischiano di scomparire a causa della scarsa protezione.

Infatti, le aree protette, nonostante coprano quasi il 13% della superficie terrestre del pianeta e che i governi del mondo si sono impegnati ad allargarle al 17% entro il 2020, lasciano fuori metà dei siti più importanti per la protezione della natura, come osservato dai ricercatori che hanno sovrapposto le mappe delle aree protette con quelle delle due reti mondiali per la fauna selvatica.

Risultati questi che rappresentano un vero e proprio campanello d’allarme da non sottovalutare, come sottolineato anche dall’Unione mondiale per la conservazione della natura (Iucn) che ha contribuito alla realizzazione dello studio, dal momento che bisogna intervenire prima che sia troppo tardi.

admin

x

Guarda anche

Oggi è la Giornata Nazionale del Gatto

Si celebra oggi la Giornata Nazionale del Gatto in Italia. Come ogni 17 febbraio dal ...

Condividi con un amico