Home » Ecologia » Nasa, l’energia nucleare ha evitato numerose morti

Nasa, l’energia nucleare ha evitato numerose morti

Uno studio realizzato da due ricercatori della Nasa, tra cui James Hansen, uno dei pionieri delle ricerche sul clima che ha da poco lasciato l’agenzia statunitense, ha rivelato che nel corso degli anni si sono evitate numerose morti grazie all’energia nucleare.

Infatti, i ricercatori, partendo da uno studio pubblicato da Lancet nel 2007 in cui venivano calcolati i morti per unità di energia generata dai diversi combustibili fossili e dal nucleare, hanno stabilito che l’atomo ha prevenuto 1,84 milioni di decessi per inquinamento e l’emissione di 64 miliardi di tonnellate di CO2 dal 1971 al 2009.

Cifre, queste, che a seconda di quale combustibile fossile il nucleare sostituirà potrebbero continuare a crescere ulteriormente entro la metà del secolo, arrivando tra 420mila e 7 milioni di altre vittime e tra 80 e 240 miliardi di tonnellate di CO2.

Chissà se questi risultati aiuteranno il nucleare ad ottenere più consensi, visto che si fa sempre più numerosa la schiera di coloro che chiedano di fermare tale energia per investire, invece, sulle energie rinnovabili, soprattutto dopo il devastante incidente alla centrale di Fukushima dell’11 marzo 2011 che ha ricordato a tutto il mondo la sua pericolosità.

admin

x

Guarda anche

Storia di Robbie, che difende la natura da Trump

Potremmo intitolarlo “Davide contro Golia” dove Davide è un bimbo di 10 anni, Robbie Bond, ...

Condividi con un amico