Home » Ecologia » Etna: ormai le eruzioni sono ogni tre giorni

Etna: ormai le eruzioni sono ogni tre giorni

Come una donna incinta in preda alle doglie, il vulcano Etna intensifica le manifestazioni con ritmi sempre più incalzanti. E se la scorsa primavera le eruzioni avvenivano una volta ogni due mesi, la ripresa autunnale aveva già sorpreso tutti con un ritmo nuovo di un’eruzione a settimana.

Ma a partire dalla fine di novembre, il ritmo è cambiato ancora. Gli ultimi tre parossismi, o eruzioni lampo, sono avvenute il 23 novembre, il 28 novembre e il 2 dicembre, appena ieri. Eruzioni caratterizzate, come già detto, da una “fretta” mai vista prima. Il tremore che si innalza improvvisamente, fontane di lava alte centinaia di metri, colate di fuoco tanto copiose quanto facili a raffreddarsi non appena uscite in superficie e il ritorno alla calma immediato così come era iniziato tutto. Un fenomeno che i vulcanologi seguono con curiosità ed estremo interesse.
L’eruzione di ieri notte è iniziata verso le 18 e, sebbene disturbata dal maltempo, ha offerto sprazzi di spettacolo di fuoco fino a mezzanotte passata. C’è stato anche stavolta il solito lancio di ceneri che però si è riversato sul fianco occidentale del vulcano, ricoprendo di nero i comuni dell’area tra Bronte e Adrano, sempre in provincia di Catania. Le ceneri però sono arrivate fin sulla costa tirrenica spinte dai venti di alta quota. La prossima eruzione? Forse fra un mese, o fra tre giorni … o già stasera. Chi può dirlo, ormai?

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico