Home » Ecologia » I ghiacciai dello Stelvio si sono ridotti del 40% dal 1954 al 2007

I ghiacciai dello Stelvio si sono ridotti del 40% dal 1954 al 2007

Dati allarmanti ci arrivano dal progetto Share Stelvio, promosso dal Comitato EvK2CNR con il contributo di Regione Lombardia attraverso la Fondazione Lombardia per l’Ambiente, dal momento che ci rivelano come i ghiacciai delle Alpi italiane sono sempre più in pericolo.

Infatti, il progetto, che ha analizzato gli impatti del cambiamento climatico su ghiaccio e acqua del Parco Nazionale dello Stelvio, ha mostrato come negli ultimi 50 anni il ghiacciaio dello Stelvio si è ridotto di ben il 40%, con una perdita complessiva di circa 20 chilometri quadrati, soprattutto dal 2003 al 2007, quando lo scioglimento ha subito una forte accelerazione rispetto a quella registrata dal 1954 al 1981, dove sono scomparsi 0,24 chilometri di ghiaccio all’anno, visto che in tale periodo la perdita è stata 3 volte superiore ( 0,7 chilometri quadrati all’anno).

Risultati, questi, che non possono non spingere a riflettere su tale grave situazione, considerato che, come ha spiegato Guglielmina Diolaiuti, dell’università di Milano e di EvK2CNR e responsabile scientifica del progetto, in base all’estensione e alle caratteristiche dei ghiacciai esaminati, gran parte dei dati ottenuti possono considerarsi estensibili ai ghiacciai alpini italiani.

Inoltre, i dati del progetto, purtroppo, hanno anche evidenziato che sono scomparsi 36 laghi alpini situati in gran parte sotto i 2.500 metri di quota e sono apparsi 22 nuovi laghi sopra i 2.900 metri.

admin

x

Guarda anche

Ecco come rendere il Mar Morto potabile

Immaginate un enorme lago situato al centro di una delle zone più aride del mondo, ...

Condividi con un amico