Home » Ecologia » Nel 2011 più di 11 milioni di animali sono stati usati e uccisi a fini sperimentali

Nel 2011 più di 11 milioni di animali sono stati usati e uccisi a fini sperimentali

Dati inquietanti emergono dal settimo Rapporto della Commissione Ue sulle statistiche europee relative all’uso degli animali nei laboratori che da poco è stato pubblicato, dal momento che rivelato come nei 27 paesi membri quasi ben 11 milioni e mezzo di animali sono stati usati e uccisi a fini sperimentali nel 2011.

Infatti, delinea una situazione davvero drammatica che non può non creare tanta amarezza, soprattutto se si pensa che l’unico dato positivo, se così si può definire, riguarda un calo del -4,3% del numero degli animali coltivati, visto che tale leggera flessione, come afferma la LAV (Lega Anti Vivisezione), potrebbe essere stata determinata principalmente dalla difficile situazione economica che l’Europa sta attraversando e no dal ricorso a metodi alternativi, che in tanti ritengono molto efficienti.

Al riguardo, Michela Kuan, responsabile Lav Vivisezione, ha sottolineato: ‘ mentre oltreoceano esistono laboratori robotici che testano centinaia di sostanze chimiche in pochi giorni, qui si continuano ad allevare, torturare e uccidere milioni di animali, con gravi problemi etici, tempi di ricerca lunghissimi e dati non trasferibili all’uomo’.

Mentre tra i dati più sconfortanti che emergono dal rapporto troviamo quello dell’aumento del numero degli animali usati per ricerche di base, passato da 38% a 46%, ovvero quelle in cui non c’è alcun obbligo di legge e sono a discrezione dei ricercatori.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico