Home » Ecologia » Legambiente, il condono sui canoni demaniali è uno scandalo

Legambiente, il condono sui canoni demaniali è uno scandalo

L’intenzione del governo Letta di voler concedere, attraverso un emendamento nella Legge di Stabilità, un sostanzioso condono sui canoni demaniali ha suscitato una dura reazione da parte di Legambiente, che definisce tutto ciò un vero e proprio regalo di Natale ai gestori delle spiagge.

Infatti, il presidente di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza, ha dichiarato: ‘questo condono è uno scandalo. Se prima si volevano vendere le spiagge, ora si decide di regalarle direttamente, perché di vero e proprio regalo si tratta se si decide di sanare con il 30% del dovuto i contenziosi con quanti non hanno digerito i timidi adeguamenti tariffari voluti dal Governo Prodi. Perché lo Stato deve rinunciare agli introiti – peraltro bassissimi – che gli spettano, quando gli stabilimenti balneari continuano ad incassare cifre elevatissime rispetto ai canoni richiesti?‘.

Una domanda, questa, che sicuramente anche tante altre persone si staranno ponendo in questo momento, considerato che, come ha sottolineato Legambiente, nel 2012 circa 30.000 imprese balneari hanno fatturato intorno ai 10 miliardi di euro, di cui solo 102 milioni di euro sono stati incassati dallo Stato.

Inoltre, il presidente Dezza ha anche aggiunto: ‘francamente non si capisce per quale motivo il comune cittadino debba pagare tasse e affitti salati e chi guadagna con la gestione di un bene demaniale, e quindi comune, possa continuare ad agire e guadagnare in modo privilegiato. Il condono sui canoni demaniali infine è un vero e proprio sberleffo in faccia ai titolari di concessioni onesti che hanno pagato finora il dovuto e che si ritrovano ad assistere alla beffa dei soliti furbi’.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico