Home » Ecologia » Apicoltori e associazioni in difesa del bando europeo sui tre pesticidi killer

Apicoltori e associazioni in difesa del bando europeo sui tre pesticidi killer

Greenpeace International, il Coordinamento Apistico europeo Bee Life e altre quattro associazioni ambientaliste e di consumatori ((Pesticides Action Network Europe, ClientEarth, Buglife e SumOfUs), hanno deciso di scendere in campo in difesa del bando salva-api che dal 1 dicembre scorso ha vietato per due anni l’utilizzo in Europa di tre pesticidi neonicotinoidi: thiamethoxam, imidacloprid e clothianidin, oggi sotto attaccato da parte delle aziende che producono queste sostanze nocive.

Infatti, Syngenta, azienda produttrice del thiamethoxam, e Bayer, produttrice del imidacloprid e clothianidin, hanno presentato un ricorso alla Corte di Giustizia Europea per chiedere l’annullamento del bando, nonostante tali sostanze rischiano di avere un impatto negativo su questi preziosi insetti impollinatori, visto che dalla loro sopravvivenza dipende quasi l’intera produzione di cibo del pianeta.

Azione questa, quella intrapresa da Syngenta e Bayer, che non può suscitare disappunto e malcontento diffuso, considerato che ogni giorno emergono sempre nuove prove che non fanno che confermare quanto i pesticidi neonicotinoidi possono essere pericolosi per le api e anche per gli uomini.

Al riguardo, l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare (EFSA) ha da poco lanciato un allarme che mette in guardia contro gli effetti che gli insetticidi acetamiprid e imidacloprid possono avere sul sistema nervoso umano in fase di sviluppo.

admin

x

Guarda anche

Vino, a rischio la vita con 5-6 bicchieri a settimana

Bere più di 5-6 bicchieri di vino a settimana mette a rischio la salute.  L’allarme ...

Condividi con un amico