Home » Ecologia » Duma approva amnistia, presto gli Arctic 30 potrebbero tornare a casa

Duma approva amnistia, presto gli Arctic 30 potrebbero tornare a casa

La triste vicenda degli Arctic 30, incominciata il 19 settembre, quando 28 attivisti di Greenpeace e 2 giornalisti freelance furono arrestati a bordo dell’imbarcazione Arctic Sunrise per aver partecipato ad una protesta pacifista contro la piattaforma artica di Gazprom, potrebbe presto concludersi.

Infatti, oggi la Duma ha approvato in via definitiva il progetto di amnistia presentato dal presidente Vladimir Putin per celebrare il 20esimo anniversario della costituzione della Federazione Russa, visto che si estende anche agli imputati e indagati di teppismo, come appunto gli Arctic 30.

Una notizia, questa, che è stata accolta con sollievo dagli attivisti di Greenpeace, dato che molto presto potrebbero ritornare a casa, anche se, come ha sottolineato Peter Willcox, capitano della Arctic Sunrise, ‘non c’è amnistia per l’Artico’, che continua ad essere in serio pericolo, minacciato dalle compagnie petrolifere e dall’aumento della temperatura.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico