Home » Ecologia » Greenpeace: Cristian D’Alessandro è tornato in Italia

Greenpeace: Cristian D’Alessandro è tornato in Italia

Oggi per Cristian D’Alessandro, l’attivista italiano di Greenpeace arrestato dalle autorità russe, insieme ad altri 27 attivisti e 2 giornalisti freelance, il 19 settembre per aver partecipato ad una protesta pacifista in difesa dell’Artico, si chiude definitivamente una brutta e assurda vicenda.

Infatti, oggi D’Alessandro, dopo aver ricevuto la notifica dell’amnistia, concessa la scorsa settimana dalla Duma per i 20 anni della Costituzione russa, e il visto di uscita dal paese, come anche tutti gli altri attivisti non cittadini russi, è finalmente tornato in Italia, atterrando all’ora di pranzo all’aeroporto di Capodichino (Napoli).

Un ritorno a casa, questo, che non può riempire di gioia tutte quelle persone che hanno seguito e sostenuto gli Arctic 30, a cui D’Alessandro ha rivolto i suoi ringraziamenti, dicendo: ‘sarò per sempre grato alle milioni di persone in tutto il mondo che ci hanno sostenuto negli ultimi tre mesi. E’ strano pensare che in qualche modo è stata una grande esperienza: di sicuro ha cambiato le nostre vite’.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico