Home » Ecologia » A Londra si sta svolgendo il Summit sul commercio illegale di fauna selvatica

A Londra si sta svolgendo il Summit sul commercio illegale di fauna selvatica

Ieri 12 febbraio a Londra ha preso il via il Summit sul commercio di natura, che si concluderà oggi 13 febbraio, dove i governi presenti sono chiamati a prendere importanti decisioni per contrastare il commercio illegale di fauna selvatica, che rappresenta una vera e propria minaccia per numerose specie, in particolar modo elefanti, rinoceronti e tigri.

Infatti, basti pensare che il numero dei rinoceronti uccisi illegalmente solo nel Sud Africa è salito a oltre 1.000 lo scorso anno, contro i 13 esemplari uccisi dal bracconaggio 6 anni fa, e quello degli elefanti africani a 20.000 uccisioni, mentre le tigri sono sempre più sull’orlo dell’estinzione, con appena 3.200 esemplari rimasti in natura, soprattutto quella di Sumatra, visto che, come ha sottolineato il WWF, abbiamo solo pochi anni per salvarla.

Data tale grave situazione, il WWF chiede ai leader mondiali presenti a Londra, appartenenti ai principali 44 paesi coinvolti nel commercio di natura, di assumere impegni capaci di mettere fine una volta per tutte al commercio illegale di avorio di elefanti, corni di rinoceronti, pelli ed ossa di tigri, oltre che trofei, parti e prodotti di altri animali selvatici.

Al riguardo, Isabella Pratesi, responsabile Conservazione Internazionale del WWF Italia, ha sottolineato: ‘le questioni prioritarie in agenda alla Conferenza e che non posso più attendere riguardano il rafforzamento dell’applicazione delle norme e l’inasprimento delle pene, la riduzione della domanda di prodotti illegali derivati da fauna selvatica e il sostegno alle comunità locali perché possano gestire risorse naturali in modo sostenibile. Abbiamo bisogno di impegni concreti per fornire le risorse finanziarie, umane e tecniche necessarie a garantire il successo nella lotta al commercio illegale’.

admin

x

Guarda anche

Il mondo conta i “martiri dell’ecologia”

Ieri, in Kenya, è morto Esmond Bradley-Martin (foto) americano divenuto africano per adozione e per ...

Condividi con un amico