Home » Ecologia » Greenpeace e WWF intervengono su rimozione della Costa Concordia dal Giglio

Greenpeace e WWF intervengono su rimozione della Costa Concordia dal Giglio

Greenpeace e WWF hanno deciso di intervenire pubblicamente sulla vicenda della rimozione della Costa Concordia dal Giglio, dato che le loro interpolazioni al Commissario per le operazioni di smaltimento e al Ministro dell’ambiente non hanno ottenuto alcuna risposta.

Infatti, le associazioni hanno manifestato tutta la loro preoccupazione in merito al distacco del cassone galleggiante avvenuto poche settimane fa, riferendo non solo di aver assistito sbigottite al rimpallo di responsabilità, ma anche all’assenza di nessun ripensamento tecnico annunciato, se si pensa che la Concordia sarebbe potuta affondare se l’episodio si fosse verificato durante la fase di traino della nave.

Al riguardo, Greenpeace e WWF hanno sottolineato: ‘non si può giocare con la sicurezza ambientale, mettendo a rischio il mare del Giglio, in pieno Santuario dei Cetacei. E’ indispensabile aspirare dal relitto della Costa Concordia le oltre 100 tonnellate di carburanti rimasti così come è necessario verificare se la Concordia sia in grado di reggere un traino che, alla velocità di 1,5 nodi, impiegherebbe oltre quattro giorni per portarla a Genova. E’ assolutamente illogico contare sulla resistenza strutturale del relitto pochi giorni dopo il distacco del serbatoio’.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico