Home » Ecologia » Greenpeace blocca sito di trivellazione petrolifera nell’Artico

Greenpeace blocca sito di trivellazione petrolifera nell’Artico

Greenpeace, al fine di salvaguardare l’Artico, ha occupato con la sua nave ‘Esperanza’ un sito di trivellazione petrolifera nel mare di Barents per bloccare l’arrivo, atteso per oggi, della piattaforma petrolifera ‘Transocean Spitsbergen’ della compagnia norvegese Statoil.

Infatti, Greenpeace ha sottolineato come Statoil, nonostante lo scorso venerdì l’agenzia norvegese per l’ambiente abbia sospeso temporaneamente il progetto di trivellazione del campo petrolifero di Hoop, a seguito di una sua denuncia, in cui segnalava la vicinanza dell’attività di trivellazione al limite dei ghiacci e alla riserva naturale dell’isola dell’Orso, abbia deciso comunque di trasferire la piattaforma.

Un’azione, questa, con cui l’associazione intende chiedere al governo norvegese, che possiede il 67% di Statoil, di bloccare tale progetto di trivellazione, ascoltando in questo modo anche gli oltre cinque milioni di persone che nel mondo hanno già firmato la petizione per la protezione dell’Artico (www.savethearctic.org/), visto che, secondo le stime della stessa compagnia, un eventuale sversamento petrolifero potrebbe raggiungere l’Isola dell’Orso in meno di una settimana, con danni devastanti.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico