Home » Ecologia » Estrazione di petrolio inquinano l’Amazzonia

Estrazione di petrolio inquinano l’Amazzonia

Dati alquanto allarmanti emergono da uno studio condotto da un gruppo di ricercatori guidato dall’Università Autonoma di Barcellona, che è stato presentato in occasione della conferenza Goldschmidt in California, dal momento che hanno evidenziato come le attività di ricerca e di estrazione di petrolio e di gas stiano danneggiando la vergine foresta dell’Amazzonia.

Infatti, i ricercatori, attraverso l’analisi di campioni di acqua provenienti da 10 diversi affluenti del fiume Amazzonia, sono riusciti a dimostrare il livello di inquinamento provocato da tali attività nella zona, dove sono presenti ricche riserve di idrocarburi che sin dagli anni ‘20 hanno attirato l’interesse di molte aziende, rivelando che nel 68% dei campioni è stata riscontrata la presenza di piombo oltre i limiti di legge e di cadmio nel 20%.

Al riguardo, Antoni Rossell-Mele, responsabile del lavoro, ha sottolineato: ‘i risultati dimostrano che la contaminazione è diffusa in queste zone. L’aumento dei livelli di inquinanti non è solo causato da fuoriuscite di petrolio, ma anche dalle attività di perforazioni e estrazione’.

Livelli di inquinamento, questi, che non possono non creare una certa preoccupazione, soprattutto se si pensa che negli ultimi anni le attività estrattive, dopo il calo registrato a seguito del picco degli anni ’70, sono riprese con maggiore vigore.

admin

x

Guarda anche

Storia di Robbie, che difende la natura da Trump

Potremmo intitolarlo “Davide contro Golia” dove Davide è un bimbo di 10 anni, Robbie Bond, ...

Condividi con un amico