Home » Ecologia » Corte Suprema spagnola rigetta ricorsi contro esplorazioni petrolifere nelle Canarie

Corte Suprema spagnola rigetta ricorsi contro esplorazioni petrolifere nelle Canarie

La sentenza della Corte Suprema spagnola, che ha rigettato i sette ricorsi presentati da ambientalisti ed enti locali contro le esplorazioni petrolifere nelle isole Canarie, ha subito sollevato accese polemiche, visto che sono in tanti a temere le conseguenze negative derivanti da tali attività, incluso per il turismo.

Infatti, respingendo i ricorsi presentati contro il regio decreto del Governo del 16 marzo 2012, il quale concede all’azienda energetica spagnola Repsol permessi di esplorazione petrolifera al largo delle coste di Fuerteventura e Lanzarote, la terza sezione del Tribunale Supremo di Madrid ha dato il via libera a tali attività, mettendo così in serio pericolo una superficie che ricopre ben 616.060 ettari, quasi 2,5 volte la superficie delle due isole.

Al riguardo, Ricardo Aguilar, direttore della ricerca dell’Organizzazione internazionale per la conservazione degli Oceani (Oceana) in Europa, ha commentato: ‘è una vergogna come il governo stia distribuendo permessi di sfruttamento di cui beneficiano solo poche persone, mentre mettono il resto della Spagna in pericolo di perdere innumerevoli habitat essenziali ed estremamente fragili’.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico