Home » Ecologia » Il riscaldamento dell’Artico riduce ondate di freddo intenso

Il riscaldamento dell’Artico riduce ondate di freddo intenso

Il riscaldamento dell’Artico non solo, al contrario di quanto si crede, non incide sull’aumento delle ondate di freddo intenso, ma contribuisce a ridurle, è quanto rivela uno studio del matematico James A. Screen dell’università di Exeter (Gran Bretagna), pubblicato su Nature Climate Change.

Infatti, il ricercatore, esaminando i dati relativi alle temperature autunnali e invernali registrate nell’emisfero settentrionale dagli anni ’80 ad oggi, grazie all’aiuto di un nuovo modello matematico, ha scoperto come, a causa del riscaldamento dei venti settentrionali e dei giorni freddi ad essi collegati, che sta riducendo la variabilità delle temperature stagionali, tali episodi stanno diventando meno frequenti, tendenza che proseguirà anche nel corso del prossimo secolo.

Al riguardo, Screen ha sottolineato: ‘i giorni più freddi si verificano quando i venti soffiano da nord, portando aria artica verso le medie latitudini. Dato che il vento artico si sta riscaldando così rapidamente, in queste giornate sperimentiamo un freddo meno intenso rispetto al passato’.

admin

x

Guarda anche

Storia di Robbie, che difende la natura da Trump

Potremmo intitolarlo “Davide contro Golia” dove Davide è un bimbo di 10 anni, Robbie Bond, ...

Condividi con un amico