Home » Ecologia » In Italia nel mese di giugno le scosse registrate dall’Ingv sono calate

In Italia nel mese di giugno le scosse registrate dall’Ingv sono calate

Dati molto positivi arrivano dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv), visto che nel mese di giugno il numero dei terremoti registrati nel paese è sceso sotto i 2000, con una media di poco più di 65 eventi al giorno, molto simile al precedente mese di maggio.

Osservando più da vicino i dati si può notare che il più forte terremoto registrato a giugno ha avuto una magnitudo di Mw 4.0 e si è verificato il 6 giugno nell’area del Pollino, dove nel mese c’è stata una ripresa della sequenza sismica che continua da qualche anno con alcuni periodi di maggiore attività.

admin

x

Guarda anche

C’è il magma sotto l’Appennino. Nuova scoperta spiega i terremoti

L’Appennino italiano è sempre stato fonte di terremoti, lo sappiamo da secoli. Ma sapevamo anche ...

Condividi con un amico