Home » Ecologia » L’Italia è un Paese a forte rischio inondazioni

L’Italia è un Paese a forte rischio inondazioni

Secondo una stima elaborata nel catalogo storico degli eventi geoidrologici dall’Istituto di ricerca per la protezione idrogeologica del Consiglio nazionale delle ricerche, si evince che, soltanto in Italia, le vittime di inondazioni sono state 1760, nel periodo a cavallo tra il 1960 e il 2012.

A rendere ancora più allarmanti questi dati è il fatto che l’Italia è considerato un paese fragile: l’82% dei comuni è a rischio idrogeologico, con circa 5 milioni di abitanti in pericolo. La cosa più grave è che, nonostante questo, l’edilizia nelle zone a rischio continua ad andare avanti (basti pensare che una scuola su 10 nasce su un’aria pericolante e ben 550 strutture ospedaliere si trovano in “zona rossa”).

Gli Italiani sono ben consapevoli dei rischi che questi disastri naturali comportano; tant’è che il 41% di essi considera alluvioni e frane come delle minacce, e fanno bene visto il numero di morti che queste calamità naturali provocano, oltre a danni economici inestimabili.

admin

x

Guarda anche

Finisce il 2017, l’anno più secco dal 1800

Prepariamoci a salutare il 2017, un anno che ha voluto entrare nella storia con un ...

Condividi con un amico