Home » Ecologia » La Russia ha bloccato le importazioni agroalimentari dall’Europa

La Russia ha bloccato le importazioni agroalimentari dall’Europa

La Coldiretti ha reso note le prime conseguenze scaturite dalla decisione della Russia di limitare, se non bloccare del tutto, per 1 anno le importazioni agricole dai Paesi europei che si sono mossi contro Mosca nell’ambito del conflitto in Ucraina. Infatti, per quanto riguarda l’Italia, si è assistito alla rescissione del contratto tra la Fruit Modena Group e il Paese sovietico, azienda dalla quale in Russia arrivavano le pere nostrane.

Tuttavia, il divieto emanato da Putin riguarda non solo prodotti agricoli, ma anche carne, pesce e latticini provenienti, oltre dall’Italia, da Ue, Usa, Canada, Australia e Norvegia, ad esclusione, però, di alcolici e prodotti per l’infanzia.

Di fronte all’impossibilità di trovare un accordo a tal proposito (come le inconcludenti discussioni unilaterali Bruxelles-Mosca), i Paesi coinvolti hanno deciso di rivolgersi all’Organizzazione mondiale del commercio. La situazione è preoccupante soprattutto per l’economia italiana, che vede così un calo nelle sue esportazioni, come ha anche dichiarato il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo, secondo il quale ci si trova in una guerra commerciale il cui punto strategico è il cibo, tant’è che la Russia ha deciso proprio di colpire il settore agroalimentare poiché sa bene che questo è in continua crescita in tutta Europa.

admin

x

Guarda anche

La discoteca “vegetale” di Tokyo… fa bene alle piante?

E’ l’idea nata da una start-up della capitale giapponese, la Midtown Design Touch, che ha ...

Condividi con un amico