Home » Ecologia » La Nestlé preoccupata per l’insufficienza della disponibilità idrica

La Nestlé preoccupata per l’insufficienza della disponibilità idrica

Il presidente della società Nestlé, Peter Brabeck-Letmathe, sostiene che il problema della mancanza di acqua sul nostro pianeta non sia stato preso del tutto sul serio. A suo dire, infatti, questo è un problema ancora più grave rispetto a quello dei cambiamenti climatici, ecco perché c’è bisogno di ideare dei piani per preservare questa risorsa fondamentale per la nostra sopravvivenza.

Ecco perché la multinazionale da lui guidata ha introdotto un “prezzo ombra” interno (poco più di 1 dollaro al m3 per i siti dove l’acqua abbonda e 5 dollari, invece, per dove scarseggia) con l’obiettivo di permettere l’acquisto di nuovi macchinari che permetteranno un uso migliore dell’acqua nelle industrie Nestlé.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico