Home » Ecologia » Simulazione incidenti petroliferi nel Mediterraneo: 16 e 17 settembre tocca all’Italia

Simulazione incidenti petroliferi nel Mediterraneo: 16 e 17 settembre tocca all’Italia

Oggi e domani nel Mar Tirreno, a circa 6 miglia a nord dell’isola d’Elba, alla presenza del sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo, si svolgerà una simulazione di incidente navale tra una petroliera e una portacontainer che vedrà versare nelle acque una quantità di 80 mila metri cubi di olio combustibile, con il conseguente intervento di una squadra antinquinamento, per studiare l’impatto sull’ambiente di questi episodi e capire i tempi di intervento delle autorità competenti.

All’esercitazione parteciperanno anche motovedette ed elicotteri della Guardia Costiera, che saranno chiamati senza preavviso ad intervenire tempestivamente e, tra questi, l’aereo ATR 42, dotato di particolari strumenti elettronici in grado di individuare gli agenti inquinanti più pericolosi ed elaborare soluzioni disinquinanti (è lo stesso velivolo utilizzato per le acque del Giglio).

Ricordiamo che questa simulazione fa parte dell’accordo RA.MO.GE, firmato da Francia, Italia e Monaco nel 1981, il cui obiettivo è quello di tutelare il Mediterraneo dal riversamento nelle sue acque di sostanze altamente inquinanti.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico