Home » Ecologia » In preparazione, l’elenco delle zone per lo smaltimento del nucleare

In preparazione, l’elenco delle zone per lo smaltimento del nucleare

Si chiama Sogin, ed è la società di Stato responsabile del decommissioning degli impianti nucleari italiani e della gestione dei rifiuti radioattivi. Parte da qui il documento che deve trovare i luoghi in cui smaltire le scorie e che certamente farà discutere, in un tempo in cui non ci sono colpevoli per i morti di amianto in Piemonte. I siti ci sono e stanno per essere avviati, motivo per cui alcune regioni sono già in preallarme.

La Sicilia è tra queste, sebbene pare non figuri tra le candidate principali. E tuttavia nessuna regione d’Italia può o deve considerarsi esclusa dal progetto. Dopo la emanazione del Progetto Preliminare verrà aperta una fase di consultazione che metterà al corrente tutti i soggetti interessati. I criteri di esclusione riguardano zone con sismicità elevata, con pericolosità idraulica o geomorfologica zone situate a più di 700 metri sul mare, zone protette (come parchi e riserve) e naturalmente le zone vulcaniche. Il che escluderebbe davvero una vastissima parte di Italia e condannerebbe allo smaltimento solo tre o quattro regioni in tutto. Ciò che insospettisce è la nomina di alcuni luoghi “possibili”, come ad esempio i Laboratori di Ricerca Agn 201 dell’Università di Palermo, per la Sicilia, e altri per altre regioni di Italia che dunque fanno sospettare che il problema riguardi comunque tutti. Ne sapremo di più nei prossimi mesi, quando verranno chiariti sistemi di smaltimento e località idonee o meno.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico