Home » Ecologia » Etna in eruzione: la lava scende a ovest, verso Adrano

Etna in eruzione: la lava scende a ovest, verso Adrano

Una “duegiorni” di fuoco quella regalata dall’Etna alla Sicilia orientale. L’eruzione, come è ormai d’abitudine del vulcano, è iniziata all’improvviso con un rialzo inaspettato del tremore vulcanico e attività parossistica dal cratere di Sud Est. Ma a causa del cattivo tempo che ha mantenuto la montagna nascosta dalle nuvole, è stato possibile ammirare l’evento solo nelle fasi conclusive.

Il 1° febbraio l’eruzione è iniziata con diverse esplosioni e con la fuoriuscita di due colate di lava che stavolta si sono dirette verso ovest/sud-ovest. Di solito, quando la lava dirige verso est scende nella Valle del Bove, depressione deserta che protegge i centri abitati jonici. Ma a ovest non c’è nulla a proteggere i paesi dell’entroterra, e dunque si è stati un po’ in ansia perchè le colate puntavano verso le luci di Adrano e Biancavilla. Nessun allarme per la popolazione, per fortuna, fino ad ora, perchè la lava comunque va molto lenta e impiegherebbe giorni per raggiungere i paesi. E sicuramente si fermerà prima, raffreddandosi nelle prossime ore.
Le ultime due eruzioni, quella “di fine anno” e questa, nascono entrambe da una spaccatura formatasi nella cosiddetta “sella” tra i due coni del Sud Est, il più giovane dei crateri dell’Etna. Le colate di lava di ieri si sono sovrapposte a quelle di dicembre e scendono verso la Strada Forestale Altomontana, già tagliata negli anni Settanta e nel 1999. Le prossime ore ci permetteranno di capire se il fenomeno è rientrato, come sembra, o se ci saranno riprese e continuazioni ed eventuali pericoli per le popolazioni. Attualmente la situazione è sotto controllo e non c’è alcun allarme… solo tanto spettacolo.
articolo di Grazia Musumeci, foto di Emanuele Zuccarello (dalla pagina facebook di EtNativo )

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico