Home » Ecologia » Arriva il freddo: proteggiamo gli animaletti

Arriva il freddo: proteggiamo gli animaletti

Neve, pioggia, soprattutto vento e tuoni. Gli animali patiscono l’inverno esattamente come noi uomini ma se abitano con noi, dunque se non sono abituati a badare a se stessi, dobbiamo imparare a proteggerli dalle temperature rigide e dai cambiamenti climatici improvvisi. Ecco alcuni consigli, soprattutto per i padroni di animali “tradizionali” di casa.

Cani, gatti e uccellini vanno tenuti in casa, al caldo. Sebbene i gatti siano indipendenti e liberi, anche loro temono le basse temperature e al momento giusto vi cercheranno. I cani hanno bisogno di calore e di coccole, soprattutto quelli a pelo corto o pelo raso. Teneteli d’occhio per vedere se ci sono cambiamenti di comportamento, sbalzi della loro temperatura corporea e in quel caso consultate il vostro veterinario. Se il cane prende pioggia, asciugatelo per bene e mettetelo davanti al camino o al riscaldamento, controllando che non rimangano pezzi di ghiaccio o neve tra le zampe. Per il gatto basta solo sistemare una coperta calda nella lettiera, o accoglierlo sul divano accanto a voi.

Per gli animali selvatici, come gli uccelli liberi o i gatti randagi, provate a sistemare delle cassette in luoghi asciutti e riparati. Se mettete del cibo davanti saranno loro stessi a rifugiarsi e a imparare la strada per ritrovare il loro piccolo rifugio. Se nutrite degli uccelli selvatici, però, ricordate di portare avanti il compito fino in primavera. Gli animali possono perdere sicurezza se di punto in bianco non trovano più il cibo promesso e questo in inverno può essere loro fatale.

admin

x

Guarda anche

Ecco come cambia la coltivazione della vite

Ci eravamo già stupiti quando abbiamo visto crescere bene l’ulivo sulle Alpi, o quando le ...

Condividi con un amico