Home » Ecologia » Il Kenya punta sul fotovoltaico

Il Kenya punta sul fotovoltaico

Potrebbe arrivare il tempo in cui in Kenya sapranno sfruttare l’energia pulita meglio che in Europa o in America. Il Kenya è uno stato anomalo, rispetto agli altri africani: pur con i suoi alti e bassi, gestisce bene diversi parchi nazionali, sta aiutando lo sviluppo economico di antiche tribù locali e favorendo l’istruzione. Oggi punta tutto sul fotovoltaico.

Diverse contee (regioni) del Paese si stanno attrezzando per portare facilmente la luce nelle case, anche se sono capanne di fango. Piccoli e grandi parchi solari si stanno allestendo in giro per il territorio nazionale e stranamente sono le donne quelle addette al trasporto dei pannelli. Le vedono camminare con queste grandi lastre luminose sulla testa e le hanno chiamate “Le guerriere del sole”. In realtà non è una guerra, ma un enorme gesto di progresso.
Grazie a Green Energy Africa, oggi 2.000 famiglie in Kenya possono usare luce domestica a prezzi stracciati, mantenendo intatto l’equilibrio ambientale del Paese. Il trasporto viene ben pagato e così anche la vendita di lampadine e lampadari, affidato alle tribù Masai che in questo modo riescono a mantenersi, oltre che con i lavori di agricoltura e di turismo. Dopo un anno di sperimentazione si è passati ad un uso dell’energia pulita da 0 a 20%, e molti villaggi isolati ora possono contare sulla luce elettrica in casa per controllare gli allevamenti, imparare a leggere dopo il lavoro, cucinare senza bisogno di temere incendi.

admin

x

Guarda anche

La Germania perde la sua impronta “green”?

La Germania è la culla del verde e dell’ambientalismo. In questo Paese, i Verdi sono ...

Condividi con un amico