Home » Ecologia » Macchine elettriche per i senatori italiani

Macchine elettriche per i senatori italiani

Non più “auto blu” ma auto bianche, o forse dovremmo dire “verdi”? Sono le nuove macchine acquistate per il Senato e per i suoi utenti e per la prima volta completamente elettriche. Inquinamento sparito, libero accesso alle zone a traffico limitato, il pieno si fa con 4 euro (tasse comprese) e si può andare fino a 150 chilometri in piena autonomia e nessuna necessità di cambiare olio e filtri. Vi pare poco?

Le auto elettriche sono il futuro. Ma ancora costano troppo per i cittadini comuni che devono accontentarsi al massimo delle ibride. Ma chi i mezzi economici li ha potrebbe cominciare a dare il buon esempio ed è quello che fa il Senato italiano con le quattro nuove automobili di rappresentanza che andranno a sostituire le obsolete e odiose macchine blu, simbolo ormai di arroganza e di potere… oltre che di inquinamento! Il risparmio sarebbe notevole: 310.000 chilowatt l’anno con conseguenti benefici sia in termini di impatto ambientale che economici.

Infatti la bolletta di Palazzo Madama verrebbe tagliata della metà con un risparmio di 50.000 euro. Le automobili, presentate dal Presidente del Senato, Pietro Grasso, alla presenza dei senatori Questori Laura Bottici (M5s), Antonio De Poli (Ap) e Lucio Malan (FI), avranno un parcheggio riservato non perché più importanti di altre ma perché lì sono sistemate le prese elettriche (molto potenti) alle quali dovranno essere attaccate per la ricarica, che è di fatto lunga. La speranza è di vedere presto queste colonnine con le prese ovunque in città … e le auto elettriche in mano ai cittadini a poco prezzo.

admin

x

Guarda anche

Gravidanza: smog minaccia longevità nascituro

L’esposizione allo smog in gravidanza mette a rischio la speranza di vita del nascituro.  A ...

Condividi con un amico