Home » Ecologia » Risparmiare le bollette rispettando l’ambiente

Risparmiare le bollette rispettando l’ambiente

Estate, tempo di…. condizionatori sempre accesi. E ce ne accorgiamo anche dall’aumento dei mal di gola e dall’aumento dei cali di tensione elettrica. Non c’è nulla di sbagliato nell’usare il condizionatore, i ventilatori o i frigoriferi alla massima potenza, ma è sempre bene seguire delle regole sane e moderate in modo da ottenere due vantaggi: il rispetto dell’ambiente (meno sprechi, meno inquinamento) e il risparmio sulle bollette!

Ecco allora come comportarsi: per prima cosa, informatevi bene sulla classe energetica del vostro condizionatore: meglio se di classe A, perchè regola da solo gli sprechi in eccesso; usufruite, dove possibile, dell’ecobonus -la detrazione dall’Irpef del 65% – o del “conto termico”; quando fate installare il condizionatore mettetelo in alto, perché l’aria fredda tende a scendere e la casa si rinfresca prima e con meno sforzo da parte dell’impianto elettrico; mettete un condizionatore in ognuna delle stanze in cui ne avete bisogno… mai metterne uno solo sperando che rinfreschi tutta la casa, è energia sprecata.

Ovviamente, se accendete il condizionatore chiudete le finestre per non far disperdere l’aria; controllate bene tubi e filtri, per evitare che la macchina funzioni a vuoto, cioè senza ottenere il fresco desiderato; evitate di raffreddare troppo l’ambiente, limitatevi a massimo tre gradi meno della temperatura esterna; impostate il timer “notte” in modo da ridurre il lavoro durante le ore serali. Ma se potete, sfruttate l’aria corrente, durante la sera. Dopo il tramonto, con qualunque temperatura, il clima rinfresca e potete magari spegnere i condizionatori e risparmiare ulteriormente, permettendo un ricambio di aria sana e naturale dalle finestre.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico