Home » Ecologia » A Como, un “nido” di cartone energeticamente autonomo

A Como, un “nido” di cartone energeticamente autonomo

Sorge sul lago di Como, nei pressi della città di Erba, “Nido House” un primissimo e validissimo modello di casa ecologia e soprattutto energeticamente autonoma e non inquinante. Si tratta di un piccolo edificio realizzato con un materiale derivato dal cartone riciclato, e tuttavia resistente quanto basta per sostenere pareti e tetto. Insieme al cartone, infatti, sono stati inglobati pneumatici e parti di legno.

Nell’originale progetto dell’architetto Francesca Fadalti, presentato in occasione della manifestazione di Giardinaggio Orticolario, si è realizzata una struttura che copre 16 metri quadri e che alimenta da sola tutte le proprie fonti di energia: un modulo fotovoltaico con potenza 270 Wp le permette di attivare gli elettrodomestici e la luce con la sola energia solare. L’energia che non viene sfruttata viene inglobata in una batteria che la riutilizza al momento del bisogno senza necessità di ricorrere a fonti fossili. Il sistema di grondaie ottimizzato per eliminare gli sprechi permette di usare l’acqua piovana per tutti quei servizi domestici (escluso il bere) che necessitano il prezioso liquido trasparente. Si monta facilmente, ha costi molto contenuti e per finire in bellezza … tutti i materiali di cui è costituita la casetta, incluse le finestre e le tegole, sono perfettamente riciclabili e dunque in caso di non uso verrebbe trasformata in qualcos’altro e ritroverebbe nuova vita. Quello che non potrà essere riciclato sarà smaltibile nell’ambiente senza danno per terra o acqua.

admin

x

Guarda anche

Storia di Robbie, che difende la natura da Trump

Potremmo intitolarlo “Davide contro Golia” dove Davide è un bimbo di 10 anni, Robbie Bond, ...

Condividi con un amico