Home » Ecologia » In Francia, il cibo non si spreca più

In Francia, il cibo non si spreca più

Francia sempre un passo avanti rispetto al resto del mondo. Ora arriva anche la legge contro lo spreco del cibo, in particolare contro gli sprechi dei supermercati che sono tanti… anche da noi. L’assemblea nazionale ha infatti deliberato la nuova norma che impone a negozi alimentari e supermarket la riduzione dello spreco con donazioni e riutilizzi.

Vietati quindi quei “giochetti” tipici dei supermercati di mettere in prima fila la merce scaduta, sperando nella distrazione della gente. Vietato gettare i prodotti ancora buoni -ma in eccesso- nell’immondizia. Vietato ordinare più del dovuto. Se la merce alimentare va in eccedenza, quello che rimane, purché sia ancora valido e non scaduto, andrà alle mense dei poveri, alle associazioni di assistenza.
O in alternativa, se sono scaduti o inutilizzabili come cibo, andranno alle nuove centrali che producono energia con la combustione dei rifiuti
. Per i supermercati di oltre 400 metri quadri, ci sarà inoltre l’obbligo di sottoscrivere convenzioni quindi di fare beneficenza per legge! I negozi piccoli invece si attrezzeranno con i dosatori, per tutto, dai detersivi al pane ai dolci! Tutti d’accordo, stavolta, sulla legge: sia il centrosinistra che la destra, sindacati e associazioni. L’occasione permetterà anche di formare nuove figure professionali interne a questi negozi che controlleranno il corretto smaltimento. Dunque, rispetto, ecologia e lavoro.
G.Musumeci

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico