Home » Ecologia » L’acqua si depura con le bucce di arancia

L’acqua si depura con le bucce di arancia

Un gruppo di ricercatori guidati dal docente di Chimica Sintetica, Justin Chalker, della Flinders University di Adelaide (Australia) ha appena verificato una teoria che girava da un pezzo nel mondo scientifico: la possibilità di depurare l’acqua dalle sostanze tossiche anche pesanti grazie al potere delle bucce di agrume, in particolare di quelle di arancia.

Lo studio, che ha coinvolto anche altri atenei del mondo (Cambridge, Lisbona e Tulsa) ha trovato le prove che con gli estratti delle bucce di arancia si possono purificare anche grandi spazi d’acqua da contaminazioni anche pesanti, come quelle derivate dal mercurio che si trova soprattutto nelle tubazioni di alcuni condotti. Ma la scoperta ancor più eccezionale è che anche dagli scarti dell’industria petrolifera si possono ricavare ottimi depuratori! Un controsenso? Non proprio, se si considera che alcuni impianti petroliferi producono residui di zolfo tra i propri rifiuti. E lo zolfo si lega benissimo al mercurio, trasportandolo via e pulendo l’acqua.

Se lo zolfo viene unito al limonene, la sostanza agra presente nelle bucce degli agrumi, si ottiene un prodotto in grado davvero di ripulire perfino gli oceani! Se questo è possibile, si potranno creare presto – e a poco costo- dei rivestimenti per gli impianti e i condotti che eviteranno la dispersione in mare di certe sostanze velenose e preserveranno i fiumi dall’inquinamento che ad oggi sfugge dalle industrie vicine. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista “Nature”.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico