Home » Ecologia » Storia di Marco, che protegge gli animali al centro di Catania

Storia di Marco, che protegge gli animali al centro di Catania

Si sono accorti di lui per caso, perché letteralmente “gli sono scappati i maiali”! E’ stata una troupe televisiva della locale Telecolor a scoprirlo dopo le segnalazioni di cittadini esterrefatti che avevano visto dei maiali frugare tra la spazzatura in pieno centro storico a Catania. Ma qui non c’entra l’inciviltà, né la carenza di igiene… gli animali erano ben curati e venivano da una adiacente villa in rovina.

La villa, un tempo florido esempio della ricchezza catanese e oggi un cumulo di rovine abbandonate, è diventata la casa di Marco, un bel gigante biondo di 26 anni. Marco viene dalla Danimarca, dove è nato, figlio di cittadini danesi di origine siciliana. Infatti lui parla come i nonni, con quel buffo siculo-italiano appesantito dall’accento germanico, ma lo fa sempre col sorriso sulle labbra. Non dice da quanti anni vive in quel rudere, ma “i vicini mi conoscono e sanno che non sono un drogato”. Insieme a lui vivono galline, cani, gatti, un asino, diversi maiali e qualsiasi altra bestiola voglia unirsi alla “festa”. Vive anche la sua coraggiosa fidanzata, e qualche amico di passaggio, ogni tanto.

Vestito solo con un “poncho” e un paio di pantaloni consumati, Marco mantiene se stesso e gli animali in modo legale, specifica, ma non rivela come. Deve comunque avere qualche entrata perché non è semplice dar da mangiare a una intera fattoria. “Vado a far la spesa alla fiera”, dice semplicemente lui. Forse raccoglie gli scarti dei fruttivendoli, o forse qualcuno dei mercanti lo aiuta dato che alla fine è davvero un ragazzo simpatico e gentile. E se vi state domandando chi glielo fa fare, di abbandonare il benessere della ricca Danimarca per vivere come un barbone nella terra dei suoi antenati siciliani, lui alza le spalle, scrolla i riccioli biondi e dice: “Questo è il mio mondo. Anzi, il primo mondo, l’unico possibile”. Il timore è che adesso le autorità faranno sgomberare questo moderno “san francesco” e tutta la sua arca di Noé. Purtroppo vivere in pieno spirito ecologico al centro di una grande città non è considerato legale, in questa nostra civiltà stravolta. Marco sa cosa rischia, ma non gli importa. Spera solo che non lo separino dai suoi animaletti.
G.MUSUMECI

admin

x

Guarda anche

Il buco nell’Ozono si sta richiudendo

Il primo “avvistamento” del buco nell’Ozonosfera risale agli anni Cinquanta del secolo scorso. Inizialmente non ...

Condividi con un amico