Home » Ecologia » Siamo pronti per la “ecoplastica”

Siamo pronti per la “ecoplastica”

A dirlo adesso viene spontaneo… ci voleva così tanto?? Per anni abbiamo usato e abusato della plastica ricavata da residui di petrolio e di chimica, inquinando terra e mare e oggi scopriamo che si poteva ottenere lo stesso prodotto con il semplice guscio di un uovo!

La notizia viene dall’American Chemical Society e dai ricercatori della Tuskegee University dove si sarebbe ottenuto, appunto, il primo campione di ECOPLASTICA unendo parti del guscio di uovo lavorato ad altri tipi di plastica ecologica, formando così un impasto perfettamente biodegradabile che però, una volta finito, è elastico e resistente come la plastica che conosciamo noi. Si pensa di usare questa ecoplastica soprattutto nel campo degli imballaggi, dato che questi sono i primi ad essere gettati via una volta usati. Le nanoparticelle di guscio aggiungono resistenza al materiale e una volta inutile permettono di smaltirlo senza inquinare.

Ad oggi nel mondo si producono 300 milioni di tonnellate di plastica all’anno, tutti derivati da greggio e fossili disciolti. Con la nuova materia derivata dai gusci di uovo non solo si eliminerà il pericolo di inquinamento ma si abbasseranno anche i prezzi di produzione e quindi si potrà aumentare il lavoro delle fabbriche. Rimane solo un ostacolo: saranno d’accordo gli animalisti e i vegani? In fondo per ottenere gusci di uovo dovranno essere sacrificati tantissimi pulcini mai nati…

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico