Home » Ecologia » Il problema di Palermo è davvero il traffico

Il problema di Palermo è davvero il traffico

Nel film “Johnny Stecchino” veniva detto a mo’ di battuta ironica. Come a dire che davanti a drammi come la mafia, la spazzatura, la decadenza… tutto quello che lo zio di Johnny notava era che “il problema di Palermo è il traffico!” . Eppure a quanto pare è vero. I palermitani hanno una delle medie più alte in assoluto di tempo trascorso in coda.

CENTOQUARANTASETTE ORE in media in fila, in mezzo ad auto strombazzanti e a smog. Questo è il quadro che fa di Palermo la prima in Italia per livello di congestionamento e la quarta assoluta in Europa. Peggio del capoluogo siciliano sta solo Mosca con Bucarest, in Romania. Le città soffocate dal traffico, in Italia, stanno tutte al Sud: dopo Palermo, infatti, viene Messina e solo dopo al terzo posto Napoli. Interessati al problema traffico italiano sono i ricercatori dell’azienda TomTom che produce i navigatori satellitari. Navigatori che aiutano a muoversi sul territorio ma che nulla possono se l’auto resta bloccata per ore in fila…
“Occorre sensibilizzare la gente verso l’ambiente e verso la viabilità, una maggiore diligenza nell’ambito stradale potrebbe comportare un notevole miglioramento, non solo della vita ma anche della salute” dicono gli esperti. Il navigatore non può prevedere i tempi di arrivo ad una destinazione se il traffico falsa tutti i dati! Fuori dall’Italia, intanto, il dramma del traffico è un problema grave per l’inquinamento anche a Città del Messico, città più inquinata al mondo, seguita da Bangkok e Lodz in Polonia. In linea generale, però, l’Europa ne esce meglio rispetto agli USA dove ad esempio stentano moltissimo i mezzi elettrici o a gas.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico