Home » Ecologia » In Cina l’aria si beve dalla bottiglia

In Cina l’aria si beve dalla bottiglia

Non è un Pesce d’Aprile… purtroppo è il segno pesante della realtà di un Paese che sta distruggendo se stesso e il mondo con un carico di inquinamento devastante. La Cina. Qui siamo arrivati a livelli di emergenza tali che quando, per una cerimonia nazionale, si è fermato il traffico di Pechino per due giorni ed è spuntato il sole la gente si meravigliava del colore blu del cielo!

Oggi siamo al tragico epilogo… per respirare, l’aria si compra in bottiglia. Qualche furbetto ha colto l’occasione al volo e ha ideato questa sorta di diffusore “contenente fresca aria dei monti del Canada” con la quale sta raccogliendo soldi e consensi in mezzo mondo. In Cina la VITALITY AIR è arrivata solo da qualche mese ma sta già andando a ruba. Le persone spendono soldi per “bere” aria pulita da una bottiglia! Il primo carico (500 bottiglie) è andato esaurito in tre giorni! Comprano soprattutto le persone che vivono nelle grandi città inquinate, una su tutti Shanghai che segue Pechino solo di poco nella classifica delle città più avvelenate.
In campagna la situazione non è ancora così grave ma le nubi pesanti che emanano le enormi zone industriali viaggiano per il Paese e per il mondo portando danni incalcolabili. Forse noi in Europa non ci ridurremo a succhiare aria da una bottiglia (a 100 yuan a bottiglia) ma il rischio che stiamo correndo possiamo immaginarlo proprio guardando alla Cina. Intanto, in Canada, qualcuno vive di rendita proprio sul disastro ambientale che sta devastando l’Asia e che ci minaccia tutti da vicino.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico