Home » Ecologia » Più foglie per contrastare troppo inquinamento: le piante ci avvisano così

Più foglie per contrastare troppo inquinamento: le piante ci avvisano così

Paradossalmente, più aumenta l’inquinamento più aumentano le piante. Ma attenzione a non capire male il messaggio, non è banale come sembra. E’ vero, negli ultimi anni le piante sono in aumento -nonostante il vandalismo umano- perché aumentando l’anidride carbonica gli alberi si difendono aumentando il numero di foglie per ramo per produrre più ossigeno del normale. L’aumento delle foglie è dovuto anche al cambiamento climatico e alle modifiche del composto del suolo.

Questa notizia però non deve farci pensare che l’accordo di Parigi sia inutile, che le misure anti inquinamento si possono ritirare. Infatti, l’aumento di foglie è un effetto solo temporaneo. Col passare degli anni si ridimensiona e la pianta richiederebbe le stesse sostanze (acqua e fosforo) ma con il doppio della superficie da nutrire. Inoltre l’aumento di CO2 non è nuovo sul pianeta. Si è avuto circa cinquanta milioni di anni fa, tempo in cui -testimoniano i fossili- la temperatura salì fino quasi a 20 gradi più di oggi. A quel fenomeno la natura reagì in maniera tanto drastica da ribaltarlo del tutto alcuni millenni dopo, portando a una glaciazione globale.

Se lo stesso fenomeno si sta ripetendo oggi bisogna solo preoccuparsi. Le piante possono salvarci fino a un certo punto, anche esse devono sopravvivere e presto cominceranno a togliere anche qualcosa che ci serve in assoluto, come l’acqua. Le misure anti inquinamento sono più utili che mai, anzi proprio ora che le piante reagiscono dobbiamo aiutarle. Le tempistiche ci dicono che ci stiamo già muovendo in ritardo.

admin

x

Guarda anche

Il Sahara ci dimostra il rischio che corriamo

Siamo abituati a considerarlo una macchia gialla sulla mappa, uno dei più grandi deserti del ...

Condividi con un amico