Home » Ecologia » La Florida si riscatta: prima città alimentata ad energia pulita

La Florida si riscatta: prima città alimentata ad energia pulita

La Florida era quello stato in cui gli interessi economici legati al petrolio erano talmente alti da essere vietato, ai tempi del governatore Bush, anche solo “scrivere” la parola AMBIENTE su internet. Qualsiasi iniziativa legata alla difesa di piante o animali veniva vista come sovversiva e censurata. Ma il vento sta cambiando anche qui… se è vero che proprio in Florida sorgerà la prima città INTERAMENTE alimentata ad energia pulita.

Protagonista dell’esperimento sarà la cittadina di Babcock Ranch, per ora esistente solo sulla carta, ma il cui progetto è stato già approvato ed entro la fine del 2017 potrebbe essere realtà. Babcock Ranch potrà ospitare circa 50.000 abitanti distribuiti su un primo lotto di 20.000 appartamenti che potranno moltiplicarsi in seguito. Gli appartamenti saranno interamente alimentati dall’energia solare ma il piano prevede anche la costruzione di scuole, edifici pubblici, negozi e luoghi di culto, ognuno col suo piccolo impianto fotovoltaico a far da produzione di energia in proprio.

L’illuminazione sarà data dalle batterie solari e per la strada viaggeranno solo auto e bus elettrici. Si vuole così sperimentare in pratica l’utilizzo delle energie pulite in larga scala, i vantaggi che ci saranno in termini di risparmio e anche i problemi che si presenteranno e come si potranno risolvere. Unico problema, al momento, il prezzo esorbitante degli alloggi. Si parla di un range che va da 220.000 a 280.000 dollari … che per gli americani, abituati a casette di legno da 100.000 dollari massimo sarà certamente uno shock. Ma si tratta di un esperimento, aperto per ora ai ricchi stravaganti. Presto potrebbe diventare realtà di tutti i giorni e per tutti.
G.MUSUMECI

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico