Home » Ecologia » Energia: il mondo conta ancora troppo sul carbone

Energia: il mondo conta ancora troppo sul carbone

Nonostante le grandi innovazioni con le energie pulite, alle quali si stanno adeguando anche i petrolieri arabi, ancora troppe nazioni del mondo… soprattutto le più ricche… si affidano al carbone e alle sue inquinantissime emissioni per energia elettrica e riscaldamenti. Tra i primi Paesi inquinanti ci sono Germania, Inghilterra e a sorpresa il Giappone delle centrali nucleari.

L’Italia non si salva, sebbene da noi si stia aprendo il mercato verso le altre energie con molto entusiasmo. Eppure l’esportazione di carbone verso buona parte di questi Paesi inquinanti viene proprio dalle nostre miniere e dai nostri porti. Tra i Paesi del G7 che ancora usano carbone ci sono quasi tutte le nazioni del Sud America, il che porta all’aumento esponenziale dei consumi. Tra il 2007 e il 2015 sono stati emessi nel mondo 101 milioni di tonnellate di CO2 all’anno con danni incalcolabili per l’aria che respiriamo e con essa per i nostri polmoni.
Le allergie in aumento non sempre sono dovute ai pollini…se le particelle di carbone finissime sono tutto intorno a noi anche senza accorgercene noi respiriamo veleno. Eppure una recente conferenza mondiale a Parigi imponeva di abbassare i livelli di certi consumi inquinanti…ed è stata firmata anche da questi Paesi. Anche da noi. Per salvarci occorre cambiare nel nostro piccolo quotidiano. Sono molti gli operatori che offrono alternative valide alle energie inquinanti, basta cercarli su SosTariffe.it.

admin

x

Guarda anche

Bimbi nati nei mesi freddi a rischio problemi respiratori

I bimbi nati nei mesi più freddi dell’anno sono più soggetti al rischio di soffrire ...

Condividi con un amico