Home » Ecologia » Tutti in bici… purché non ci sia smog in giro

Tutti in bici… purché non ci sia smog in giro

Pedalare fa bene, dicono tutti, inclusi i ricercatori inglesi dell’Università di Cambridge, ma attenzione a dove e come lo fate. In città, la pedalata per mantenersi in forma e per evitare di inquinare si può ritorcere contro di noi se in cambio respiriamo fumo e particelle tossiche. Esiste insomma un limite oltre il quale non è più consigliabile pedalare in città di grandi dimensioni?

Sì, potrebbe esistere. Se vivete in luoghi molto inquinati (metropoli, città vicine a zone industriali) andare in bicicletta contribuisce certamente a non peggiorare le cose, ma i vostri polmoni lavoreranno a pieno ritmo respirando aria malsana. Parigi, Londra, Milano … in città come queste per ottenere benefici dalla pedalata bisogna andare in bici al mattino presto e pedalare per non più di 30 minuti al giorno. Un essere umano allenato può pedalare fino a otto ore prima di raggiungere il “punto di non ritorno” dell’avvelenamento da smog, ma il numero di ore cambia in base alla quantità di inquinamento presente in giro.

Andare in bici va bene, dunque, ma se non si interviene dall’alto (politica) per eliminare le fonti di inquinamento vero, il sacrificio di questi pochi coraggiosi cittadini rischia di diventare inutile per la città e dannoso per loro stessi. Bisogna prendere assolutamente misure drastiche come la chiusura dei centri storici, l’uso di mezzi elettrici, incentivi per l’uso di auto ecologiche e targhe alternate in certi giorni del mese. Una necessità che non si può più discutere ma si deve solo attuare.

admin

x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico