Home » Ecologia » Addio alla piccola Rubicola, estinta per colpa del clima

Addio alla piccola Rubicola, estinta per colpa del clima

Un topolino innocuo e selvatico, bello come tante creature libere, sparirà da oggi da tutti i libri di scienza. E’ il melomys rubicola, specie di roditore autoctono di un arcipelago di atolli situato tra Australia e Nuova Guinea. L’Università del Queensland ha dato il tristissimo annuncio nei giorni scorsi, quando ci si è resi conto che l’ultimo esemplare era morto senza più alcun cucciolo.

La colpa della fine di questa specie è del cambiamento climatico che ha ridotto la superficie degli atolli a causa dell’avanzamento dei mari, dopo lo scioglimento dei ghiacci dovuto al riscaldamento globale. Il piccolo mammifero non aveva più spazi, né risorse per mangiare e bere e ha smesso di riprodursi. Inutile anche il tentativo di farlo vivere altrove, lontano dal suo habitat il piccolo roditore non ha trovato conforto.
Il 97% di esemplari in meno, nell’arco di 10 anni, non poteva essere recuperato e infatti la specie oggi risulta estinta. Scoperto nel 1845 dagli esploratori inglesi, la Rubicola era simile a un grosso ratto ma allo stesso tempo presentava caratteristiche uniche, tipiche delle specie australi. L’ultimo esemplare vivo fu avvistato nel 2009. Oggi si ha la certezza che non ne rimanga nessuno. L’estinzione per colpa del clima non ci rende immuni da colpe. Il clima sta cambiando anche per colpa nostra, per i nostri scarichi inquinanti che distruggono le fasce protettive intorno al pianeta e fanno passare il calore del sole in quantità superiori al passato. Oggi tocca alla Rubicola… domani a noi.

admin

x

Guarda anche

Ecco come cambia la coltivazione della vite

Ci eravamo già stupiti quando abbiamo visto crescere bene l’ulivo sulle Alpi, o quando le ...

Condividi con un amico