Home » Ecologia » Ricerca italiana crea acqua potabile alle Maldive

Ricerca italiana crea acqua potabile alle Maldive

Non sempre in Italia le aziende o le start-up riescono a imporre le proprie idee. Devono scontrarsi con una lenta burocrazia, con proteste politiche e con campanilismi di ogni genere. E anche con le scarse risorse finanziarie per la ricerca … ma una volta all’estero, dove le leggi sono meno complesse, riusciamo a dare il meglio dei nostri “cervelli”, in fuga per necessità. Come sta avvenendo alle Maldive, ad esempio. Il bellissimo arcipelago vive di turismo e di pesca, e di solito fornisce ai visitatori ogni comodità. Ma per gli abitanti non sempre questo accade… soprattutto per quanto riguarda l’acqua potabile.

Acqua potabile dal mare

Un gruppo di ricercatori della università milanese Bicocca si è recato sul posto per installare un progetto pensato proprio per le Maldive. Non è una “scoperta innovativa”, né qualcosa si stratosferico, solo un semplice sistema che permetterà agli abitanti di alcune delle isole di bere in sicurezza. Entro marzo 2017 sarà infatti installato un dissalatore sull’atollo di Faafu. I meccanismi preleveranno l’acqua del mare, la priveranno del sale e la restituiranno pulita e dolce alle tubature. Le migliori tecnologie per rendere l’acqua potabile sono usate nelle strutture turistiche per soddisfare i visitatori stranieri, ma la popolazione non può avere accesso ad esse per cui si limita a bere nei torrenti e nelle pozze che trova, non sempre sane! Da tempo l’università Milano Bicocca ha impiantato un centro di ricerca nell’arcipelago per portare a termine un progetto che in Europa è ormai routine (il dissalatore si usa in Grecia, a Malta, in Sicilia) ma che qui era ancora un sogno irrealizzabile. In più, il dissalatore sarà alimentato con energie pulite, con i pannelli solari che consentiranno oltre al felice impatto ambientale anche un notevole risparmio economico.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

La discoteca “vegetale” di Tokyo… fa bene alle piante?

E’ l’idea nata da una start-up della capitale giapponese, la Midtown Design Touch, che ha ...

Condividi con un amico