Home » Ecologia » Terremoto alle isole Eolie

Terremoto alle isole Eolie

Trema la terra in Sicilia, o meglio… trema il mare. Scossa di terremoto e piccolo sciame sismico nelle ore notturne alle isole Eolie, precisamente a largo di Alicudi (foto). La scossa più forte è stata di magnitudo 3.8, avvertita nettamente dalla popolazione. Non ci sono stati feriti né danni alle cose, ma molta paura anche perché la terra ha tremato altre volte prima dell’alba. Le isole Eolie non sono nuove a questo tipo di sciami, essendo isole vulcaniche situate lungo la frattura della crosta tirrenica che termina nel mastodontico “Marsili”, il vulcano sommerso la cui punta si trova a pochi metri dal pelo dell’acqua. Ad oggi l’attività di questo vulcano si limita solo a emissione di gas e appunto a qualche sommovimento del suolo. Ma viene monitorato costantemente insieme all’attività di Vulcano e di Stromboli.

Terremoti anche in Centro Italia

Mentre la paura serpeggiava per le Eolie, non si fermano gli sciami di assestamento nell’Italia centrale e nuovi terremoti sono stati registrati tra la serata di ieri e la mattinata di oggi tra le martoriate  province di Rieti, Perugia, Macerata, Ascoli Piceno. Magnitudo 3.8 anche qua, come picco più elevato. Il Centro Italia non ha avuto un attimo di tregua dal 24 agosto, quando la terra si è letteralmente spaccata sotto Amatrice. Da allora le scosse di assestamento sono state tante e anche molto forti, come la replica del 30 ottobre che ha completato l’opera di distruzione sugli Appennini.  Il problema del terremoto in Italia è vecchio di secoli, ma nonostante i tanti disperati appelli dello INGV per la messa in sicurezza del territorio, problematiche di fondi bloccati e di costruzioni inadeguate hanno ancora rimandato i lavori che potrebbero salvare vite umane. Ad esempio, i terremoti che in queste ore hanno colpito le Eolie, sebbene leggeri, ci fanno pensare a cosa potrebbe succedere in caso di scossa forte: l’Italia è preparata per un allarme tsunami? Gli sciami sismici che interessano le Eolie fanno parte di un sistema che spesso ha coinvolto anche la costa di Milazzo e di Messina. Non è detto che le due realtà territoriali siano collegate ma ci ricordano che il Tirreno è in continuo movimento e che potrebbe (ma non è sicuro) aver subito contraccolpi dallo spostamento del Centro Italia.

 

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Terremoto 7.2 tra Iran e Iraq. Si muovono quattro faglie

Forte terremoto al confine tra Iraq e Iran, ripreso anche in diretta (vedi QUI) con ...

Condividi con un amico