Home » Ecologia » E per tetto … una lattina!

E per tetto … una lattina!

Se le bottiglie di plastica sono divenute “mattoni edilizi” in alcune regioni del Sud America, negli  Stati Uniti un’intera comunità ha scelto di costruire delle case ecosostenibili  grazie al riciclo dei rifiuti e di tante, tantissime lattine colorate. Se non sai dove gettarle, usale! Sembra essere questo lo slogan del futuro e questo slogan potrebbe salvare il mondo dall’inquinamento. Convogliare i rifiuti come cartone, vetro, plastica in materiali da riutilizzare significa dare loro almeno altri 50 anni di vita prima di smaltirli. Così hanno fatto a Taos, stato del New Mexico.

La “territudine” di Taos

Le casette, qui, si chiamano “Earthships” una parola strana che si può tradurre sia come “navi della terra” oppure come una fusione tra amicizia e terra, “terricizia” o meglio “territudine”. Amore per il pianeta, in poche parole. L’intero villaggio ha scelto di tagliare le emissioni di CO2, di produrre energia pulita e di costruire casette riciclabili con materiali appunto ritrasformati. L’idea è del solito architetto Michael Reynolds, non nuovo a queste opere d’arte nate dai rifiuti. 

Le lattine nel tetto

Le mura sono costruite con scarti di plastica, ricoperti poi da un resistente impasto di fango “condito” con altri materiali di scarto (pneumatici, vetro, legno…). Le finestre sono vetri riciclati, le colonne nascono da ex pneumatici riconvertiti, le scale sono fatte con impasti di cartone e sotto le tegole le lattine vuote creano la giusta camera d’aria per preservare la casa dal caldo estivo e dal freddo invernale. Infine, per riutilizzare l’acqua più volte c’è un sistema di convogliamento delle acque piovane e per l’autonomia i pannelli solari e le pale per sfruttare il vento. Tutto a costo zero, per la gente e per l’ambiente.

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Rispettare l’ambiente anche curando le ferite. Ecco come

Alzi la mano chi non ama l’acqua ossigenata! L’adorano tutti, perché contrariamente all’alcool disinfettante non ...

Condividi con un amico