Home » Ecologia » Ecco la riforma dei Parchi Nazionali

Ecco la riforma dei Parchi Nazionali

In materia di Parchi Nazionali e aree protette, noi italiani siamo in ritardo rispetto ad altre nazioni ma stiamo recuperando bene. Stanno per essere approvate nuove normative che vanno a proteggere meglio di prima tutte le aree verdi riconosciute, siano esse nazionali, regionali o solo riserve naturali orientate. Le norme riguardano 23 parchi nazionali che coprono 1,5 milioni di ettari su 18 Regioni e con 530 Comuni che vi sorgono dentro.

La nuova legge dice che …

Primo punto, importantissimo e stranamente finora dato per scontato: presidente e direttore dovranno avere competenze specifiche e non essere lì solo perché amici di amici di qualcuno; in secondo luogo, il divieto a nuove trivellazioni; in terzo luogo, la revisione delle sanzioni attualmente previste dalla legge. Le nuove leggi prevedono anche  l’obbligo della Valutazione Ambientale Strategica nel Piano del parco, il pagamento per attività con impatto sull’ambiente (che saranno comunque limitate ulteriormente) e l’istituzione di un sistema a parte per la protezione delle aree marine. Ma non tutti sono d’accordo su queste novità. Stranamente le voci che si alzano più forti di tutte sono quelle degli ambientalisti. Come mai sono contrari? “Ci sono molte cose positive ma non soddisfacenti, perché la nuova legge non fornisce ai parchi gli strumenti per affrontare le sfide che il cambiamento climatico impone a chi deve tutelare e frenare la perdita di biodiversità e non dà una spinta alla crescita dell’agricoltura biologica nelle aree protette” , dice Rossella Muroni, presidente di Legambiente. Secondo loro queste riforme si riferiscono solo al presente e non contemplano i cambiamenti dei prossimi dieci o vent’anni. Per contro, agricoltori e allevatori sono felicissimi del cambiamento: viene finalmente riconosciuto, infatti, il ruolo dell’agricoltura di qualità che potrà sopravvivere dentro i territori dei parchi protetti. (foto: Grazia Musumeci)

Grazia Musumeci

Sicilianissima, vivo ai piedi dell'Etna e lavoro dal 1999 sia come traduttrice che come blogger. Le mie passioni, oltre la scrittura, sono la fotografia e la montagna.
x

Guarda anche

Ecco i cambiamenti ecologici da temere

Dalle parole ai fatti. Dopo tanti convegni e teorie, IN PRATICA, quali sono i cambiamenti ...

Condividi con un amico